Corso”rischio biologico – Coronavirus”

 390 votale visualizzazioni,  5 visualizzazioni oggi

Corso obbligatorio “rischio biologico – coronavirus”

Formazione rischio COVID-19

Per le aziende a rischio biologico è obbligatoria la sorveglianza sanitaria, che comprenda l’effettuazione di monitoraggi biologici periodici, definiti dal Medico Competente e dal datore di Lavoro, sulla base degli scenari di esposizione specifici, i cui risultati devono essere comunicati al lavoratore esposto.

Le aziende a rischio biologico sono sostanzialmente di due tipi: quelle che utilizzano deliberatamente per le proprie attività organismi biologici e quelle invece che non fanno uso deliberato di agenti biologici ma che potenzialmente potrebbero comunque entrare in contatto con qualcuno di essi.

Titolo X D.Lgs 81/08 –  D.P.C.M. 11 Marzo 2020

L’emergenza Coronavirus ha apportato due principali novità per il mondo della consulenza e formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. La prima è l’aggiornamento o integrazione (a seconda della tipologia
di azienda) del Documento di Valutazione dei Rischi con integrazione del Rischio Biologico Coronavirus.
La seconda è la formazione di tutti i dipendenti sul Rischio Biologico con integrazione del Coronavirus tramite il seguente corso che può svolgersi completamente online.
I contenuti del corso fanno riferimento al Titolo X del D.Lgs 81/08 includendo anche le nuove direttive emanate dal governo con attenzione particolare al Decreto Legge del 17/03/2020 conosciuto anche come Decreto Cura Italia.

PROGRAMMA DEL CORSO:

  • Cenni di biologia batterica e virale
  • Principali patologie contraibili
  • Classificazione degli agenti biologici
  • Sorveglianza sanitaria
  • Modalità di trasmissione degli agenti patogeni:
  • Rischio HBV e HCV
  • Rischio HIV
  • Rischio da agenti biologici non classici associati con le TSE
  • Infezione crociata
  • Pericolo Legionella
  • Criteri e gestione del rischio
  • Prevenzione del rischio biologico:
  • Interventi di protezione e prevenzione
  • Vaccinazione
  • Regole di comportamento
  • Impostazione e scopi della Valutazione del Rischio Biologico (VRB)
  • Coronavirus : Caratteristiche biologiche
  • Sintomi
  • Fattori di rischio
  • Prevenzione
  • D.P.I
  • Evoluzione della normativa.

Chi deve effettuare la Valutazione del Rischio Biologico?

L’ Ispettorato Nazionale del Lavoro attua una distinzione tra due principali macro-settori aziendali.

  1. Aziende che hanno sempre avuto un Rischio Biologico da valutare obbligatoriamente nel proprio DVR (Laboratori Analisi, ospedali, case di cura, ambulatori medici, centri ricerca ed aziende che rimuovono trattano  o smaltiscono sostanze come l’amianto ecc);
  2. Aziende per cui non era previsto l’obbligo di valutare il rischio Biologico.

Per le prime occorre un mero aggiornamento del proprio DVR (Documento di Valutazione del Rischio) seguendo tutte le indicazioni del D.P.C.M. 11 marzo 2020 inerenti il Covid-19 e successive integrazioni.
Per le seconde si dovrà comunque preparare un allegato al DVR che analizzi il Rischio Coronavirus negli ambienti di lavoro incentrandosi sul contrasto e sul contenimento della diffusione a fronte delle indicazioni del D.P.C.M. 11 Marzo 2020 inerenti il Covid-19 .

Per ulteriori consulenze e informazione su altri corsi di formazioni può rivolgersi in uno dei nostri  Iprogec point.

Il corso si può seguire sulla piattaforma Iprogec anche da casa.


A Cosenza: Iprogec point presso “FenImprese Cosenza”

scrivici a fenimpresecosenza@gmail.com,

contattaci su facebook @fenimpresecosenza

contattaci tramite whatsApp allo 0984305968.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *