Dl Rilancio: via libera dal consiglio dei ministri

 168 votale visualizzazioni,  1 visualizzazioni oggi

Il consiglio dei Ministri approva il Dl Rilancio, di seguito proveremo a spiegare, in breve, i principali punti.

  1. E’ stata cancellata la rata irap (acconto e saldo) per tutte le imprese fino a 250 milioni di € di fatturato, la norma dovrebbe coinvolgere 2 milioni di imprese.
  2. Le tasse di Marzo, Aprile e Maggio sono state tutte rinviate a Settembre, per tutte le aziende che abbiano subito un calo di fatturato, che siano in zone rosse di inizio pandemia e per tutte le filiere maggiormente colpite.
  3. Taglio, per tre mesi, delle componenti fisse delle bollette delle PMI, vale 600 milioni.
  4. Vengono bloccate 22 milioni di cartelle esattoriali.
  5. Fondo perduto tre soglie di aiuto per il mancato incasso del solo mese di Aprile 2020 rispetto ad Aprile 2019. Ristoro del 20% da 0 a 400mila€, 15% da 400mila a un Milione, 10% da un milione a 5 milioni.
  6. Si potrà usufruire della cassa integrazione COVID-19, per una durata massima di 18 mesi, la richiesta sarà fatta dal datore di lavoro direttamente all’ INPS saranno quindi accorciate le tempistiche di pagamento.
  7. Sono sospesi i licenziamenti per 5 mesi.
  8. Bonus 600€ saranno rinnovati per il mese di Aprile e andranno a professionisti non iscritti agli ordini, co.co.co. in gestione separata, artigiani, commercianti, coltivatori diretti, stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori del settore spettacolo, lavoratori agricoli. Per il mese di Maggio l’ indennizzo passera a 1000€ ma solo per i liberi professionisti titolari di partita Iva che hanno perso almeno il 33% del reddito nel secondo bimestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019 e ai Co.Co.Co che hanno cessato il rapporto di lavoro.
  9. Reddito di emergenze, ne abbiamo parlato ampiamente qui, serve a tutelare oltre un milione di famiglie che erano, escluse da tutti gli altri sussidi.
  10. Per le colf e le badanti che non abbiano usufruito del bonus di 600€, che abbiano un contratto di minimo 10 ore e che non convivano con il datore di lavoro è riconosciuta un indennizzo da 500€ per i mesi di Aprile e Maggio.
  11. Ecobonus e sisma bonus, ne abbiamo parlato ampiamente qui, per tutti i lavori di riqualificazione energetica e antisismica che garantiranno il miglioramento di almeno 2 classi energetiche, è previsto un bonus del 110%. Il credito potrà essere ceduto a banche o altri intermediari finanziari.
  12. Bonus Vacanza sono riconosciuti crediti di 500€ per famiglia, 300€ per nucleo di 2 persone, 150€ per singola persona dal 01/07/2020 al 31/12/2020. Il credito potrà essere speso sul territorio Nazionale per il pagamento di servizi offerti da imprese turistiche ricettive, B&B.
  13. Niente IMU per gli alberghi, gli stabilimenti balneari,
  14. TOSAP bloccata fino ad ottobre. Il credito è spendibile per l’80% sotto forma di sconto (rimborsato poi al fornitore come credito d’imposta) e per 20% come detrazione di imposta.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *